L'arresto cardiaco improvviso è una condizione clinica di emergenza grave e letale durante il quale le funzioni cardiache si arrestano in maniera improvvisa e senza alcun avvertimento. Senza un trattamento immediato con la defibrillazione (shock elettrico al cuore) si possono verificare danni cerebrali e morte.1

L'arresto cardiaco
improvviso è
differente da un
attacco cardiaco

Le definizioni di arresto cardiaco improvviso e di attacco cardiaco sono completamente diverse. Un attacco cardiaco è un problema "idraulico" causato da uno o più blocchi nei vasi sanguigni del cuore che impediscono un flusso adeguato. Una persona colpita da un attacco cardiaco è sveglia e respira.
L'arresto cardiaco improvviso è definito come un problema elettrico, causato da un'aritmia (battito cardiaco irregolare) che impedisce al cuore di pompare sangue al cervello e agli organi vitali. Una persona che subisce un arresto cardiaco improvviso è incosciente e non respira.

Fattori quali l'elevata pressione arteriosa o una patologia cardiaca aumentano il rischio di arresto cardiaco improvviso. Non è raro che una persona sia affetta da un problema cardiaco senza saperlo, fino a quando non si verifica un arresto cardiaco improvviso.

 

Sapevate che ogni 40 secondi una persona muore di arresto cardiaco improvviso?2

Top