Trattamento per l'arresto cardiaco improvviso

L'arresto cardiaco improvviso è una condizione clinica di emergenza. La maggior parte di chi è colpito da arresto cardiaco improvviso muore, spesso entro qualche minuto. Il trattamento immediato con la rianimazione cardiopolmonare (RCP) e un defibrillatore (un dispositivo che invia un scossa elettrica al cuore) può salvare la vita.

Esistono due tipi di defibrillatori:

  • Un defibrillatore esterno è un piccolo dispositivo portatile che utilizza piastre con elettrodi per la diagnosi del ritmo cardiaco anormale e per erogare un elettroshock, se necessario. I defibrillatori esterni possono essere utilizzati in luoghi pubblici quali scuole, aeroporti e hotel. Gli utenti inesperti inesperti possono usare questi dispositivi per erogare una scarica elettrica al torace della persona colpita da arresto cardiaco improvviso.

  • Un defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD) come un S-ICD è un dispositivo impiantato chirurgicamente in grado di rilevare un battito cardiaco irregolare o pericoloso ed erogare shock salvavita per aiutare a riportare il ritmo alla normalità.
Statistica di sopravvivenza dell'arresto cardiaco improvviso senza ICD

Solo 1 persona su 20 di solito sopravvive a un evento di arresto cardiaco improvviso. Le altre 19 muoiono prima di raggiungere l'ospedale.
1
Statistiche di sopravvivenza ICD

Con un dispositivo ICD, 19 persone su 20 potrebbero sopravvivere a un arresto cardiaco improvviso. La defibrillazione si è dimostrata arrestare efficacemente il 95% o più dei pericolosi ritmi cardiaci accelerati.2

Anche nelle migliori condizioni di risposta all'emergenza, l'arresto cardiaco improvviso è una condizione difficile da trattare. Consideri questi dati:

  • Circa la metà di tutti gli arresti cardiaci non hanno testimoni; la vittima era sola1
  • Oltre l'80% degli arresti cardiaci si verifica a casa o in luoghi non pubblici, come l'ufficio1
  • La sopravvivenza riportata degli arresti cardiaci improvvisi che avvengono fuori dall'ospedale è compresa tra lo 0% e il 51%, con una media nazionale di solo l'8%3

È a rischio di un altro episodio?

È importante sapere che se ha già sperimentato l'arresto cardiaco improvviso, ha un alto rischio di avere un altro episodio. Ma anche se non ha avuto un arresto cardiaco improvviso, se sono presenti fattori di rischio il suo medico può raccomandarle lo stesso tipo di trattamento. La ricerca mostra che un ICD come l'S-ICD riduce notevolmente la probabilità di morire in seguito ad arresto cardiaco improvviso.

Trova un medico

Un S-ICD è un defibrillatore impiantato sottocute senza elettrocateteri all'interno del cuore. Usate lo strumento di ricerca dell'ospedale per trovare i centri in cui controllare il S-ICD e medici esperti della tecnologia S-ICD.

Ascoltate i pazienti che hanno già avuto un S-ICD

Entrate in contatto con i pazienti reali mentre condividono le loro storie e i loro percorsi personali.

Top